Silvia Ferrari

Silvia Ferrari

Ciao! Mi chiamo Silvia e fin da bambina ho praticato diverse attività legate al movimento come danza, teatro, equitazione...

Il mio percorso di formazione mi ha portato a scoprire le Arti di Circo e successivamente l'Acroyoga.


Durante questo viaggio, ho presto sentito (avevo solo 18 anni!) una grandissima passione per l'insegnamento di queste discipline e di questa passione sono riuscita a fare il mio lavoro!

A 21 anni mi sono diplomata come Insegnante di Arti di Circo (U.I.S.P), ho continuato a studiare fino a quando a 24 anni ho ho frequentato il corso CircoArt con l'Università di Tor Vergata (Roma) e il circo Orfei.


Durante il mio percorso di formazione  mi sono appassionata moltissimo all'Acroyoga e nel 2017 ho conseguito il diploma di insegnante di Acroyoga Anukalana (C.S.E.N.).


Insegno a bambini, ragazzi e adulti da circa 15 anni e ogni giorno è una scoperta.
Negli anni ho lavorato presso alcune scuole di Circo di Roma (Circo Maximo e Bigup) e attualmente sto collaborando a Milano con diverse realtà come Scuole di Circo, Cooperative e Scuole di Teatro (Coop Cascina biblioteca, Circo Puzzle e R.A.M.I.) proponendo laboratori annuali e stage intensivi di Acroyoga e Arti di Circo.


La cosa che più mi appassiona maggiormente dell'Insegnamento dell'Acroyoga è l'aspetto emotivo-relazionale veicolato attraverso il movimento.

Mi piace scoprire cosa rende ogni individuo speciale.
Per me ogni giorno è una scoperta, ciascun allievo è diverso e in ogni momento può mostrare parti differenti di sè e avere esigenze e aspirazioni nuove. Il mio obiettivo è entrare in relazione ed empatia con ciascuno dei miei allievi per costruire insieme un percorso personale e di gruppo fatto di desideri, obiettivi, successi e fallimenti, ma soprattutto sogni, scoperte, condivisione e gioia.

Durante il percorso accadono piccole magie... quello che poco prima sembrava difficile e impossibile diventa possibile, le paure si superano e si sciolgono, le timidezze si trasformano in amicizie, le insicurezze si affievoliscono, l'autostima cresce e si condividono momenti di serenità e gioia.

Momenti magici in cui si riesce a dare spazio al corpo, alle emozioni, al respiro e all'ascolto...

Le parole allora non servono più e sulle labbra nascono sorrisi.