Camilla Marazzi

Camilla Marazzi

Yoga è una parola di difficile traduzione, perchè ha davvero tantissimi significati. Il mio preferito resta collegato al concetto di unione, all'atto di

Sono una insegnante di Hatha Yoga riconosciuta dall'organismo nazionale CONI e da quello internazionale di Yoga Alliance, e mi sono formata presso il Centrolistico di Milano, seguita da Max Gandossi e Silvia Romani, meravigliosi insegnanti. Approfondisco la mia formazione presso la scuola Hamsa di Maurizio Morelli.

Mi sono avvicinata allo yoga dopo quasi 13 anni di danza classica praticata in giro per l'Italia e l'Europa (Milano, Bologna, Amsterdam, Parigi, perchè come me, anche la mia vita è stata un po' ballerina), e una formazione artistica alle spalle. Il mio percorso eclettico mi ha portato ad abbracciare lo yoga a 360 gradi, approfondendone non solo gli aspetti fisici e anatomici ma anche quelli più filosofici, emotivi ed esoterici. 

Ho iniziato a praticare Vinyasa Yoga presso il noto studio di Gerard Arnaud a Parigi, città in cui ho vissuto un anno e mezzo mentre studiavo fotografia. 

Mano a mano che lo yoga entrava nella mia vita e nella mia routine, metteva radici nel mio cuore.  

La sensazione di benessere che ho provato, e i cambiamenti a livello fisico e mentale che ho notato su me stessa sono stati così evidenti che ho subito sentito la naturale necessità di trasmetterli agli altri. Questo mi ha spinta ad intraprendere la formazione per insegnare, e, oggi come allora, è ciò che più di ogni altra cosa mi motiva a migliorare e specializzarmi. 

Lo scopo delle mie lezioni è quello di offrire a tutti i miei allievi gli strumenti per trasformarsi tramite questo antico e prezioso gioiello che è lo yoga.

Quando pratichiamo Yoga, uniamo in equilibrio tutto ciò che fa parte di noi, il corpo, la mente, il respiro, le emozioni; lo yoga ci ricorda che non siamo separati in tanti pezzi, ma siamo un Tutto straordinariamente complesso.

Spesso nella nostra vita frenetica non vediamo altro che i nostri obbiettivi e i nostri doveri, e ci dimentichiamo del nostro corpo, del suo bisogno di fermarsi e ascoltarsi, di respirare lentamente e sciogliersi, lasciando andare il superfluo. Praticando yoga impariamo ad apprezzare i nostri punti di forza e di debolezza, e maturiamo sensibilità e consapevolezza fondamentali per spingerci fino ai nostri limiti, rispettandoli, prima di provare a superarli.

I muscoli tonici e modellati, la resistenza, l'aumento di flessibilità, il respiro più ampio sono solo effetti esteriori di una pratica che, una volta messe le radici dentro di noi, ci porterà molto, molto di più.

Namastè

 

Camilla Marazzi

 

I MIEI CORSI

Hatha Yoga